Dieta BRAT: Cos’è e Come Funziona per Curare la Diarrea

Dieta
By April 29th, 2020 No Comments

Cos’è la Dieta BRAT?

BRAT è un acronimo che significa banane, riso, purea di mele e toast. Questi alimenti vengono spesso consigliati quando si soffre di una malattia digestiva.

Cos’hanno in comune questi alimenti? Sono tutti leggeri e facili da digerire. Consumare questi cibi dopo aver sofferto di nausea, vomito e diarrea può aiutare a ristabilirsi più velocemente.

Cosa Puoi Mangiare

Con la dieta BRAT si può mangiare ben più che le sole banane, la purea di mele, il riso ed i toast.

BRAT Diet

L’importante è mangiare cibi leggeri e gentili per lo stomaco. Questi alimenti sono anche considerati alimenti collanti, il che significa che sono poveri di fibre e aiutano a fermare la diarrea rassodando le feci.

Tra gli altri cibi leggeri troviamo:

  • cracker
  • cereali cotti, come la farina d’avena o la crema di frumento
  • the allungato
  • succo di mela o soda sgasata
  • brodo
  • patate bollite

Cosa Devi Evitare

Ci sono anche degli alimenti che dovresti evitare quando segui questa dieta. Come ad esempio:

  • latte e latticini
  • tutto ciò che è fritto, unto, grasso, o piccante
  • proteine, come bistecca, maiale, salmone e sardine
  • verdure crude, tra cui insalate, carote, broccoli e cavolfiori
  • frutta, come l’ananas, l’arancia, il pompelmo, la mela e il pomodoro
  • bevande molto calde o fredde
  • alcool, caffè o altre bevande che contengono caffeina

Come Seguire la Dieta BRAT

Nelle prime sei ore della malattia aspetta che il vomito e la diarrea si arrestino per far riposare lo stomaco. Se necessario salta i pasti in queste ore.

Prima di cominciare la dieta BRAT, è consigliabile iniziare a mangiare dei ghiaccioli o ghiaccetti e sorseggiare acqua o bevande energetiche. Questi ti aiuteranno a sostituire l’acqua e gli elettroliti che sono stati persi il giorno prima.

In queste prima 24 ore successive alla malattia dovresti cercare di reintegrare nella tua dieta i liquidi chiari. Prova a sorseggiare liquidi ogni 10 minuti circa.

Prova con l’acqua, il succo di mela e il brodo di verdura o di pollo. Se i sintomi ritornano, smetti di bere e aspetta un paio d’ore prima di riprovare.

Dopo il primo giorno di malattia, inizia a seguire la dieta BRAT. Questa dieta è limitativa e non molto nutriente, quindi non conviene seguirla più del necessario.

Entro il terzo giorno successivo alla malattia, dovresti cominciare ad aggiungere lentamente i cibi normali alla tua dieta. Inizia con alimenti come uova cotte, frutta e verdura cotte, carne bianca come pollo o tacchino.

L’importante è seguire le indicazioni del proprio corpo. Se mangi troppi alimenti diversi e troppo presto, i sintomi potrebbero tornare. D’altra parte, potresti anche non avere molta voglia di mangiare subito dopo la fine della tua malattia.

Efficacia

I medici consigliano da anni la dieta BRAT, anche se non sempre è l’opzione migliore. Infatti, l’American Academy of Pediatrics (AAP) non consiglia più questa dieta a bambini e neonati. Questo perché gli alimenti sono restrittivi e non forniscono al corpo proteine, micronutrienti e macronutrienti sufficienti per la guarigione.

Detto ciò, ci sono stati studi su alcuni degli alimenti BRAT e su come influenzano la diarrea.

Le banane, ad esempio, possiedono un certo amido chiamato pectina che fa bene all’apparato digerente. Aiutano anche ad assorbire l’acqua e gli elettroliti.

In uno studio, a bambini malati di età compresa tra i 5 e i 12 mesi è stata somministrata una dieta a base di solo riso, oppure riso e banane o pectina. I bambini che hanno mangiato sia il riso che le banane o la pectina hanno riscontrato una riduzione delle feci tra il 55 e il 59 per cento contro il 15 per cento del gruppo che ha consumato solamente riso.

Il gruppo del riso e delle banane o della pectina ha anche avuto bisogno di meno fluidi per via endovenosa per reidratarsi e ha riscontrato minori episodi di vomito.

In uno studio più vecchio del 1998, però, a due bambini piccoli con diarrea è stata introdotta la dieta BRAT dopo il riposo intestinale e l’idratazione con liquidi chiari. Entrambi hanno sviluppato una grave malnutrizione oltre ad altri problemi dopo due settimane di dieta BRAT.

Questo caso è stato effettivamente estremo, ma l’AAP consiglia una dieta più varia rispetto alla dieta BRAT dopo i disturbi di stomaco. L’AAP consiglia di nutrire i bambini con una dieta equilibrata non appena stanno bene, e di allattare o di somministrare una formula completa ai neonati.

Per gli adulti e i bambini, la dieta BRAT è comunque migliore rispetto al digiuno. Semplicemente non dovrebbe essere usata come soluzione a lungo termine.

Se avessi qualche domanda su quanto tempo bisognerebbe seguire questa dieta dopo che la malattia è scomparsa, consulta il tuo medico. L’obiettivo è quello di tornare ad alimentarsi normalmente il più presto possibile, anche se la diarrea persiste, in modo da evitare la malnutrizione.

Quando Chiedere Aiuto?

Fissa un appuntamento con il tuo medico se hai avuto diarrea frequente o acuta. I tuoi sintomi possono essere sintomi di una gastroenterite virale, che di solito non richiede cure mediche, ma è sempre meglio sentire il medico.

Esistono però altre condizioni che causano sintomi simili e che richiedono un trattamento medico. Ad esempio, i sintomi possono essere causati da:

  • batteri
  • un parassita
  • alcuni farmaci
  • intolleranze alimentari
  • altri problemi che potrebbero richiedere attenzione medica immediata

Anche se pensi di soffrire solamente di un semplice mal di stomaco, se hai la diarrea da più di due giorni o se ti senti disidratato, contatta il tuo medico. I sintomi della disidratazione sono, tra gli altri:

  • bocca asciutta
  • sete
  • minzione meno frequente
  • stanchezza, debolezza o vertigini

Contatta il tuo medico anche se dovessi avvertire forti dolori addominali o rettali, feci sanguinolente o nere, o febbre superiore a 38,8°C.

Se questi sintomi riguardano bambini piccoli e neonati, chiama il medico se il vomito o la diarrea persistono anche per un solo giorno.

Altri trattamenti

Oltre alla dieta, ci sono altre cose che puoi fare per favorire il tuo recupero da un virus intestinale.

Resta idratato

La disidratazione è una grave complicazione della diarrea. Bevi liquidi chiari come acqua, brodo e succo di mela. Reintrodurre anche gli elettroliti è un’ottima idea.

Potresti provare anche le bevande elettrolitiche da banco (OTC), come il Pedialyte (disponibile anche sotto forma di ghiacciolo), o provare a bere acqua di cocco o Gatorade.

Evita certi tipi di alimenti

Fai attenzione a ciò che mangi. Anche se il BRAT non è consigliabile come soluzione a lungo termine per il mal di stomaco, dovresti comunque evitare cibi fritti, grassi o piccanti per qualche giorno. Dovresti anche evitare l’alcol e la caffeina.

Farmaci anti diarroici

Chiedi al tuo medico informazioni sui farmaci antidiarroici, in quanto possono peggiorare o mascherare le cause alla base della tua diarrea. Esistono molte alternative da banco disponibili online. Questi farmaci possono ridurre il numero di episodi di diarrea.

Non ti saranno d’aiuto se la tua diarrea è causata da batteri, da un parassita o da un altro problema di natura medica. Potrebbero anche non essere sicuri per i bambini.

Probiotici e prebiotici

Somministrare al tratto intestinale i batteri buoni può aiutare a farti sentire meglio più velocemente. È possibile trovare probiotici in capsule o in forme liquide. I ceppi consigliati per la diarrea sono i Lactobacillus GG e Saccharomyces boulardii.

I probiotici si trovano anch’essi in alimenti fermentati, come lo yogurt e il kombucha. Anche la fibra ricca di prebiotici può essere utile, poiché i prebiotici aiutano ad nutrire i batteri intestinali. Queste fibre possono essere trovate nella radice di cicoria, nel topinambur, nei legumi, nelle bacche, nelle banane, nelle cipolle, nell’avena e nell’aglio.

Concludendo

Dopo una forte diarrea la disidratazione è la principale fonte di preoccupazione. Contatta il tuo medico se:

  • hai la bocca asciutta
  • avverti una sete eccessiva
  • hai smesso di urinare frequentemente
  • ti senti stanco, sei debilitato o hai le vertigini

Cerca di reintrodurre gli alimenti non appena riesci a tollerarli. Anche se la dieta BRAT non è supportata dalla ricerca come miglior soluzione, le banane e i cereali integrali possono aiutarti a ristabilirti più in fretta.

Non appena riuscirai, segui una dieta varia ed equilibrata per ripristinare i tuoi livelli nutrizionali ed energetici generali.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

Clicca su una stella per votarlo!

Media 3 / 5. Voti: 2

Nessun voto per ora! Sii il primo a votare

Ci dispiace che questo post non ti sia stato utile!

Aiutaci a migliorare!

Come possiamo migliorare questo articolo?