Cos’è?

Enterosgel (prodotto da Guna) è un idrogel inerte a base di Silicio ed un dispositivo medico innovativo indicato genericamente come ausilio per la detossificazione del tratto intestinale.

Tubetto Enterosgel
Enterosgel in tubetto da 225 gr.

Principio attivo

Il suo principio attivo è il polimetilsilossano poliidrato (PMSPH), una sostanza simile alla gelatina che si contraddistingue per la sua struttura globulare porosa.

Come agisce?

Una volta assunto il gel arriva nell’intestino dove forma una struttura in grado di catturare in maniera selettiva sostanze tossiche endogene ed esogene di varia natura, tra cui batteri e tossine batteriche, allergeni alimentari, antigeni, veleni e droghe, urea, bilirubina, colesterolo, sali di metalli pesanti, alcol, radionuclidi e le rimuove dall’intestino.

Il prodotto agisce quindi come una sorta di spugna molecolare che ingloba anche diverse scorie del metabolismo umano, ed è in grado di legare tossine, sostanze nocive, agenti patogeni e allergeni alimentari, facilitandone l’espulsione naturale con le feci nel giro di 48 ore dall’assunzione.

Enterosgel ripristina l’equilibrio della microflora batterica intestinale senza dare origine ad effetti collaterali per la funzionalità fisiologica gastro-intestinale e al contempo non impedisce il normale assorbimento di vitamine, carboidrati, minerali, lipidi e proteine.

La disintossicazione selettiva del tratto gastro-intestinale comporta come conseguenza un notevole miglioramento delle condizioni di salute, normalizza la digestione e favorisce l’attività del sistema immunitario, facendo funzionare meglio tutto l’organismo.

Grazie ad Enterosgel è dunque possibile risolvere disturbi infettivi, diarrea, disturbi gastro-intestinali, si ha anche un miglioramento delle malattie allergiche e altri benefici accertati da centinaia di studi clinici.

Il prodotto non contiene glutine e quindi può essere utilizzato senza rischi anche da soggetti che sono affetti da celiachia. Non contiene glucosio, lattosio, conservanti e additivi.

A cosa serve e quando viene prescritto?

Enterosgel è un medicinale che serve a rimuovere sostanze tossiche dall’organismo in maniera selettiva e viene prescritto in casi di intossicazione acuta e cronica causata da:

  • Agenti chimici
  • Ossidi di azoto
  • Mercurio
  • Radionuclidi
  • Arsenico
  • Composti del piombo
  • Solventi organici
  • Fluoruri
  • Sali di metalli pesanti
  • Composti del carbonio

Enterosgel viene prescritto anche in caso di:

  • Dissenteria
  • Infezioni intestinali
  • Salmonellosi
  • Iperazotemia
  • Iperbilirubinemia
  • Allergia

La capacità del prodotto di legare e facilitare l’espulsione di tossine, agenti patogeni, allergeni e sostanze nocive permette di applicarlo con successo anche nel trattamento di condizioni spesso difficili da trattare.

Ad esempio, sotto controllo medico Enterosgel può essere utilizzato nel trattamento complementare di:

  • Forme patologiche associate a diarrea come ad esempio gastroenteriti acute o diarrea del viaggiatore
  • Sindrome dell’intestino irritabile associata a diarrea
  • Intossicazione acuta alcolica
  • Allergie alimentari
  • Avvelenamenti alimentari
  • Dermatite atopica
  • Asma
  • Sindrome dermo-respiratoria (patologia respiratoria di origine allergica)

Come funziona?

Enterosgel è composto da un mix di acqua e molecole a base di silicio, che una volta arrivate nell’intestino forma una sorta di struttura a rete tridimensionale che ha la capacità di legare tutte le scorie e le sostanze che sono dannose per il nostro corpo.

L’azione esercita dal farmaco è selettiva, infatti ha la capacità di legare solo sostanze di specifico peso molecolare e quindi non elimina le cose buone.

Enterosgel lega tossine di origine batterica, chimica, allergeni alimentari, eccessi di urea e bilirubina e tutte le sostanze velenose con cui veniamo a contatto tramite alimenti oppure oggetti di bigiotteria, come ad esempio mercurio, cadmio, nichel, composti del piombo e molto altro.

Il reticolo che si viene a formare una volta ingerito Enterosgel lascia intatta la flora intestinale e durante la sua permanenza nell’intestino agisce come una sorta di spugna molecolare. Il prodotto viene secreto entro le 12 ore insieme al materiale fecale, senza causare alcuna alterazione all’equilibrio fisiologico gastrointestinale.

Il principio su cui si basa Enterosgel è quello di mantenere in perfetta salute l’intestino, dal quale dipende il benessere dell’intero organismo. Liberarlo da batteri e sostanze nocive vuol dire potenziare l’efficacia del sistema immunitario che così può sconfiggere i disturbi che possono presentarsi.

Opinioni: fuffa o funziona?

I pareri sono tendenzialmente positivi. La percentuale più grossa di chi lo ha assunto ha riportato di averne tratto dei benefici, altri invece hanno affermato l’esatto contrario.

Ecco alcune recensioni di chi l’ha utilizzato (tratte dalla pagina Amazon del prodotto):

Ne ho comprati già due tubi e sembra far bene.

[ ⭐ ⭐ ⭐ ⭐ ⭐ ] Podere

Avevo forte mal di stomaco e reflusso ero in cura da più di un mese con farmaci poi ho iniziato a prenderlo e il giorno dopo più nulla !!! Lo consiglio a tutti

[ ⭐ ⭐ ⭐ ⭐ ⭐ ] Simona

La mia esperienza è stata davvero lontana da tutto questo. Non ha sapore ma in bocca risulta granuloso e davvero nauseante, qualcosa che subito dopo richiedeva acqua per mandarlo giù. Anche scioto in acqua la granulositá non si perde, è fastidioso. I risultati sono stati nulli, dopo due settimane non ho avuto nessun effetto positivo purtroppo. Molti lo consigliano, io ho una SNAS e non ho ottenuto risultati. Probabilmente varia da persona a persona.

[ ⭐ ⭐ ⭐ ] Nefasto

Molto utile per disintossicarsi da tossine ,
Anche in caso di problemi di diarrea .
Consigliato anche dal Genecologo per candida.

[ ⭐ ⭐ ⭐ ⭐ ⭐ ] Cliente Amazon

Con tutta sincerità non riesco a giudicare il prodotto. Ho assunto il prodotto nelle modalità e dosi indicate.Anche dando particolare attenzione alle mie condizioni pre e post cura non ho notato nulla di che.Magari con degli analisi potrei avere conferme della bontà.Assolutamente senza valutazione.

[ ⭐ ⭐ ⭐ ] Mariano

Oltre alle recensioni miste, segnalo un’articolo pubblicato da Butac.it (Bufale Un Tanto Al Chilo) nel 2016 che fa riflettere sul perchè sia un prodotto la cui efficacia è quanto meno discutibile.

La cosa lascia perplessi già per il fatto che se il materiale filtrato lo è unicamente in base al peso molecolare, com’è possibile che sia in grado di eliminare al contempo batteri, tossine batteriche, veleni, antigeni, alcool e quant’altro se sono estremamente diverse fra loro in quanto a dimensioni?
Come fa una molecola di alcool che è composta da pochi atomi ad avere lo stesso peso di un batterio intero che è composto da migliaia di molecole?

butac.it/come-funziona-enterosgel/

Ha quindi senso provarlo?

A mio parere, si. Visto il prezzo relativamente contenuto (una ventina di euro), c’è veramente poco da perdere nel caso non fosse efficace.

A prescindere dalla dubbia efficacia riguardo l’eliminazione di tossine e batteri, rimane comunque un rimedio efficace per il gonfiore in caso di colite (rompe le bolle di muco che intrappolano l’aria) e viene per questo spesso prescritto ai neonati.

Informazioni farmacologiche

Dopo quanto fa effetto?

Il prodotto a base di gel inodore e insapore agisce a livello gastro-intestinale subito dopo la sua assunzione. Giunto nell’intestino lega selettivamente le sostanze tossiche con uno specifico peso molecolare, lasciando liberi proteine e sostanze buone, e mantenendo così un completo equilibro organico.

Il processo si completa con la rimozione naturale delle sostanze dannose entro 12 ore dall’assunzione del prodotto. In via precauzionale, è sempre opportuno consultare il proprio medico di fiducia prima di assumere Enterosgel.

E’ obbligatoria la ricetta per Enterosgel?

No, Enterosgel è un dispositivo medico che non necessita di ricetta per essere acquistato, ma comunque è sempre consigliabile consultare il medico prima di assumerlo oppure chiedere un parere al farmacista.

Quanto costa?

Enterosgel è presente in commercio sotto forma di sospensione orale in un flacone da 225 g. Il prezzo aggiornato è consultabile su Amazon a questo link.

Interazione con altri farmaci

Non si conoscono al momento interazioni da segnalare riguardo al prodotto. E’ fondamentale ricordare che se il prodotto viene assunto in concomitanza con farmaci bisogna attendere 2 ore prima di assumere il medicinale.

In caso si debbano assumere farmaci a lungo assorbimento è consigliabile prenderli 10 ore dopo aver preso Enterosgel.

Per eventuali chiarimenti o qualsiasi dubbio su come utilizzare Enterosgel e sulle possibili interazioni con altri farmaci è sempre consigliabile consultare il medico o il farmacista.

Rispettare comunque le istruzioni fornite dal medico, dal farmacista o le indicazioni contenute nel foglietto illustrativo.

Posologia

Enterosgel è disponibile sotto forma di sospensione da 225 g e può essere assunto direttamente per via orale circa due ore prima o due ore dopo ogni pasto principale. Ecco la posologia giusta:

Adulti – 1 cucchiaio 3 volte al giorno per una settimana

Bambini oltre i 5 anni – 1 cucchiaino da tè per 3 volte al giorno per una settimana

Bambini inferiori ai 5 anni – 1/2 cucchiaino per 6 volte al giorno per una settimana

Bambini inferiori a 1 anno – 1/3 di cucchiaino da tè per 6 volte al giorno per una settimana

La posologia raccomandata per prevenire un’intossicazione è di 2 cucchiai da assumere 2 volte al giorno e per una settimana.

Se si presentano casi di diarrea acuta o intossicazione somministrare 2 dosi singole prima del regolare trattamento, a cui seguirà 1 dose singola dopo ogni scarica diarroica. Continuare ad assumere Enterosgel per 5 giorni rispettando la posologia indicata per l’età.

Prima di ripetere il trattamento tuttavia è sempre consigliabile consultare il medico.

Modalità di somministrazione

Enterosgel può essere assunto direttamente per via orale oppure con un cucchiaio e accompagnato da un bicchiere d’acqua. In alternativa è possibile sciogliere il farmaco in un bicchiere d’acqua abbondante, ma è comunque consigliato bere liquidi a sufficienza durante tutta la durata del trattamento per evitare rischi di stitichezza nei primi giorni e che l’organismo possa disidratarsi.

Per usare correttamente il prodotto è bene seguire alcune precauzioni che sono le seguenti:

  • Agitare con cura prima dell’utilizzo
  • Dopo aver aperto il prodotto utilizzarlo entro 30 giorni
  • Conservare il prodotto ad una temperatura compresa tra 4 °C e 25 °C
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini
  • Non utilizzare il prodotto dopo la scadenza riportata sulla confezione

E’ importante seguire scrupolosamente le regole per usare il prodotto correttamente e poter usufruire dei suoi effetti benefici.

Fra le avvertenze da rispettare vi sono: non conservare mai nel frigorifero, utilizzare sempre la confezione prima che possa seccarsi e servirsi di un cucchiaio di plastica e non di metallo per portarlo in bocca.

Si può prendere in gravidanza?

Enterosgel può essere preso dalle donne in gravidanza che sono entrate in contatto con qualche tossina in quanto non si tratta di un vero e proprio farmaco e non ha mai manifestato nelle pazienti incinte effetti tossici.

Il prodotto rimuove le sostanze tossiche dal corpo tramite il tratto intestinale, diminuendo così il carico del fegato e dei reni ma senza privare la madre e il feto di vitamine, fermenti digestivi, aminoacidi e immunoglobuline. E’ quindi indicato per essere utilizzato anche in gravidanze complicate.

Enterosgel non ha controindicazioni neanche se viene assunto nel periodo dell’allattamento. Tuttavia, nonostante non ci sono delle controindicazioni accertate in gravidanza e allattamento è sempre importante chiedere il parere del medico prima di assumere il prodotto.

Ha effetti collaterali?

Chi assume Enterosgel in genere non ha effetti collaterali di grande rilevanza. Il prodotto è ben tollerato anche dai neonati e non presenta controindicazioni particolari anche se viene assunto in quantità più elevate.

Tuttavia, in casi molto rari possono presentarsi nausea e costipazione e nel caso di quest’ultima è consigliabile assumere molta acqua.

Per chi soffre invece di insufficienza renale o epatica grave potrebbe trovare sgradevole il prodotto.

Enterosgel è comunque ben tollerato anche dai neonati e non presenta effetti collaterali rilevanti anche se viene assunto in dosi elevate. E’ però preferibile rispettare sempre la posologia indicata.

Conservazione del farmaco

Il farmaco va conservato a temperatura non inferiore a 4°C, in un luogo fresco e asciutto e lontano da fonti di calore. Non va congelato e deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini. Il tappo deve essere sempre chiuso con cura dopo il suo utilizzo per evitare l’essiccamento.

Ovviamente non va mai utilizzato dopo la scadenza indicata sulla confezione e bisogna anche ricordare che dopo la prima apertura Enterosgel ha validità 30 giorni.

Studi e possibili applicazioni

L’origine di Enterosgel risale alla fine degli anni ’70, nella lontana Unione Sovietica. All’epoca un team di ricercatori militari ebbe l’idea di sviluppare una nuova molecola a base di silicio perr rispondere adeguatamente ai diversi punti deboli che erano tipici degli enteroadsorbenti che a quel tempo si trovavano sul mercato. All’epoca l’Urss temeva un attacco batteriologico da parte dell’occidente e cercava quindi antidoti efficaci per combatterlo. Gli esperimenti vennero effettuati su 5.000 persone affette da vari tipi di intossicazioni negli ospedali di Kiev, Tashkent, Dushambe e Vilnius.

Dopo aver constatato i risultati positivi del prodotto il gel venne utilizzato durate la guerra russo-afgana (1979-1989) e anche su oltre mille persone tra cittadini e lavoratori di Chernobyl. Il gel è utilizzato tuttora in Russia per proteggere determinate popolazioni che abitano in aree ad alta contaminazione derivante da scarichi industriali.

Studi clinici recenti hanno dimostrato i risultati positivi ottenuti con Enterosgel nel trattamento della disbiosi, dell’ulcera gastrica, della dermatite atopica e dell’allergia respiratoria. Gli esami microbiologici effettuati su soggetti trattati per disbiosi hanno permesso di verificare una regolarizzazione del microbiota intestinale nel 100% dei casi.

Ulteriori studi condotti presso l’Istituto di Ricerca di Linfologia Clinica e Sperimentale – SB RAMS di Novosibirskm e sperimentazioni cliniche effettuate presso la Facoltà di Medicina dell’Università statale A.A. Bogomolets’ di Kiev hanno accertato l’effetto positivo di Enterosgel per il trattamento dell’ulcera gastrica.

Esistono comunque oltre 300 studi professionali medici che confermano gli effetti di Enterosgel negli ambiti più disparati, quali dermatologia, allergia, gastroenterologia, ginecologia, epatologia, chirurgia, psichiatria, oncologia, urologia, odontoiatria. Il prodotto si rivela efficace per la disintossicazione del corpo, nelle cure dimagranti e nel trattare le varie tossicodipendenze. Ecco l’efficacia di Enterosgel come dimostrano gli esiti degli studi effettuati sul prodotto:

Enterosgel e Perdita di peso
Come è noto, quando si segue una dieta dimagrante le sostanze tossiche e i prodotti di scarto del metabolismo aumentano notevolmente. Questo può portare a provare nausea e a decidere di abbandonare la dieta. Per questo Enterosgel deve essere usato come supplemento, per favorire l’eliminazione delle sostanze nocive al corpo.

Enterosgel e Dermatologia
Diverse malattie ed eruzioni cutanee della pelle sono spesso causate dalla sensibilità alle varie sostanze che si trovano negli alimenti. Enterosgel aiuta a diminuire il prurito nella dermatite atopica e nella psoriasi in varie fasi e allevia anche altri sintomi di infiammazione.

Enterosgel e Antibiotici
Oltre alla distruzione dei batteri l’azione degli antibiotici distrugge anche la normale flora intestinale. I batteri, una volta morti, si convertono in endotossine intestinali, che se vengono assorbite nel sangue causano un effetto deleterio sull’organismo e prolungano il processo di guarigione. Per questo è consigliabile assumere un cucchiaino di Enterosgel 2 o 3 ore dopo aver preso gli antibiotici. Il prodotto assorbe le endotossine presenti nel sangue e pulisce l’organismo, liberandolo da tutto ciò che è nocivo e accelera la guarigione.

Enterosgel e Gastrite
Indicato anche in caso di ulcere, Enterosgel crea le condizioni sfavorevoli per far crescere il batterio Helicobacter pylori, che sono in grado di far sviluppare le ulcere. Il prodotto favorisce l’asportazione delle tossine e quindi velocizza la guarigione delle pareti colpite. Per ottenere questo effetto Enterosgel deve essere assunto 3 volte al giorno, mezz’ora prima dei pasti. Se si assumono farmaci prendere Enterosgel almeno 2 ore prima o dopo l’assunzione.

Enterosgel e Ginecologia
Enterosgel è utile come coadiuvante nel trattamento di infezioni vaginali da funghi, batteriche e virali lievi, acute e croniche.

Enterosgel e Alcol
Enterosgel si lega con l’alcol nel tratto gastrointestinale e favorisce la sua espulsione dal corpo. Il prodotto è indicato per cancellare gli effetti nocivi dell’alcol e come supporto per guarire dall’alcolismo.

Enterosgel e Diabete
In caso di diabete di tipo II è consigliabile utilizzare Enterosgel 3 volte al giorno.

Enterosgel e parassiti intestinali
In presenza di infezioni dovute a vermi, ascaridi, tenie Enterosgel elimina le sostanze tossiche dal corpo e distrugge anche i parassiti che si trovano nel tratto digestivo, favorendone l’espulsione. Il risultato è una sensazione di leggerezza e sollievo dalla stanchezza cronica causate da essi.

Enterosgel e Sindrome della permeabilità intestinale
La permeabilità intestinale consiste in una condizione in cui il tessuto che riveste l’intestino è danneggiato e diventa troppo poroso, tanto da consentire alle proteine e alle tossine batteriche di accedere nella circolazione sanguigna. La permeabilità intestinale può danneggiare anche la salute mentale e con Enterosgel è invece possibile di recuperare l’integrità della mucosa intestinale.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

Clicca su una stella per votarlo!

Media 4.5 / 5. Voti: 52

Nessun voto per ora! Sii il primo a votare

Ci dispiace che questo post non ti sia stato utile!

Aiutaci a migliorare!

Come possiamo migliorare questo articolo?